Come neutralizzare le zanzare

L’estate finalmente è arrivata il che significa sole, mare, vestiti corti, pedalate in bicicletta e lunghe passeggiate in riva al mare.

Tuttavia, l’avvento della bella stagione comporta l’arrivo anche di piccoli animali alquanto fastidiosi: le zanzare.

Questi insetti che vengono a far visita anche di notte con il loro continuo ronzio disturbano la quiete e la propria tranquillità, facendo compiere dei movimenti quasi convulsivi nella speranza di acciuffarne una, ma con l’infausto esito di enormi bubboni e un prurito assurdo.

Per aiutarvi nella lotta contro le zanzare l’azienda Hampton, da anni specializzata nei servizi di igiene ambientale oltre che nella disinfestazione di grandi edifici pubblici, ha stilato una lista di utili consigli per conoscere al meglio questo piccolo avversario e sterminarlo.

Sei pratici consigli

La guida stilata dall’azienda Hampton, prevede il seguire sei punti chiave per poter combattere le zanzare non solo di notte ma anche di giorno.

In particolare, si dovrebbe:

  • evitare di far accumulare acqua nei sottovasi dal momento che favoriscono il proliferare delle zanzare;
  • coprire le cisterne di deposito delle acque di uso domestico, per evitare che le zanzare possano entrarvi dentro;
  • non accumulare troppi rifiuti e gettarli ben chiusi all’interno di bidoni della spazzatura coperti;
  • svuotare regolarmente gli scarichi onde evitare il ristagno dell’acqua;
  • dotare le finestre di zanzariere;
  • usare dei repellenti sulle parti del corpo scoperte

Eliminare gli effetti delle zanzare

In generale vale la regola che, per combattere le zanzare bisogna prevenire i loro effetti e la loro presenza, infatti questi irritanti insetti non solo spesso costringono le persone a rinunciare a stare tranquillamente seduti nel proprio giardino o sul terrazzo, ma possono causare anche gravi problemi di salute.

A parte la zanzara comune, si è registrato un aumento delle temibili zanzare tigri, nonché di altre specie che sono portatrici di malattie infettive come dengue e malaria dannose sia per l’uomo che per gli animali.

Ecco perché bisogna proteggersi mediante l’utilizzo di repellenti soprattutto nei piccoli ambienti in modo da creare una barriera protettiva che però non rappresenta la soluzione definitiva al problema.

A questo proposito sono necessari anche interventi mirati e a tappeto su tutta la città attraverso la programmazione di azioni specifiche e regolari come le disinfestazioni Hamptonche partono dal periodo primaverile fino al periodo autunnale.

Per quanto riguarda invece le case con giardini o aree verdi, queste possono essere protette utilizzando sistemi di disinfestazione automatizzati attraverso i quali si possono programmare orari e giorni della disinfestazione che viene attuata tramite nebulizzazione di repellenti o prodotti specifici.

Vincere la dura lotta contro le zanzare non è poi così difficile, è importante ovviamente prevedere con largo anticipo tutti gli interventi necessari e fare attenzione a proteggere sempre il proprio corpo.

Nel caso in cui però nonostante i mille accorgimenti si nota la puntura di questo insetto, esistono prodotti dopo-puntura che alleviano il senso di prurito ed evitano la formazione di possibili pustole.