Ottimi libri di marketing per approcciare la disciplina

Ultimamente sentiamo la parola marketing quasi una decina di volte al giorno.

Tra marketing nel mondo reale e web marketing non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Facciamo un piccolo passo indietro.

Cosa si intende per marketing?

Il marketing è un ramo dell’economia che si occupa dello studio delle leggi di mercato e delle interazioni delle imprese con esso.

Sembra una definizione complicata e altisonante, in realtà basta guardarsi attorno nella vita di tutti i giorni per avere sotto gli occhi qualche esempio di marketing. Pensate per esempio al pc che avete davanti.

Dietro esso c’è stata tutta una rete di tecnici e ingegneri per progettarlo, e un’altra rete che l’ha lanciato sul mercato e fatto in modo che risultasse appetibile rispetto ad altri modelli.

Rendendolo competitivo, ha fatto in modo di farvelo scegliere e comprare. Questa è una pura e semplice strategia di marketing. Sia che si voglia aprire una nuova azienda, fondare una nuova attività oppure semplicemente vendere qualche oggetto creato da noi su internet, è importante conoscere almeno i rudimenti di questa disciplina, per non arrivare impreparati e vanificare tutti gli sforzi fatti.

Innanzitutto consigliamo di approcciare lo studio del marketing partendo dalla lettura di alcuni libri considerati dei pilastri per questa materia.

Le 22 leggi immutabili del marketing – Al Ries, Jack Trout “Se le ignorate, è a vostro rischio e pericolo.” Il sottotitolo del libro recita così. Suona quasi come una minaccia velata, invece è il consiglio appassionato che danno gli autori.

Entrambi hanno sperimentato clamorosi successi e rovinosi fallimenti, e ciò ha permesso loro di trovare alcune leggi cardine della disciplina del marketing. Non fatevi spaventare dall’anno di pubblicazione di questo libro: 1993. I concetti base della disciplina sono rimasti gli stessi.

Nonostante alcuni di questi suggerimenti sembrino scontati e banali, si deve tenere presente che il marketing non è una strategia esatta, in cui tutto è o bianco o nero.

Comprende dei principi di imprevedibilità e incertezza legati ai vari mercati mondiali, che si possono prevedere grazie alla razionalità e al buon senso.

Descrivendo casi reali realmente provati da loro stessi, gli autori riescono a leggere semplice una disciplina che semplice non è, rendendo il libro in questione un ottimo punto di partenza per iniziare a capirci qualcosa in più.

La mucca viola – Seth Godin Anche questo libro presenta un sottotitolo interessante: “Farsi notare (e fare fortuna) in un mondo tutto marrone”. Sembra un concetto macchinoso in realtà è molto semplice. In un campo con delle mucche al pascolo, vi salterebbe all’occhio una mucca viola? La risposta è certamente sì.

Lo scopo principale del libro è proprio quello di aiutare il lettore a crearsi la propria nicchia di mercato, trovando articoli semisconosciuti o quasi che però possano essere in grado di catturare l’attenzione del potenziale acquirente, invogliandolo a comprare. Al giorno d’oggi ci sono innumerevoli mercati di massa, è sempre più difficile quindi riuscire ad entrare in uno di essi senza fatica ed iniziando subito un attività fiorente e remunerativa. Per questo è importante sapersi distinguere, essere in grado di emergere differenziandosi dalla massa, e offrire qualcosa di diverso ai clienti.

Grazie alla sua semplicità espositiva e alla profondità dei concetti toccati, questo libro non può mancare nella vostra collezione se avete deciso di buttarvi sul marketing. Strategia oceano blu – W. Chan Kim e Renee Mauborgne Come il libro precedente, anche questo insegna al lettore come ricavarsi la propria nicchia di mercato, però partendo da una situazione completamente diversa.

Immaginiamo che sia appena stato introdotto sul mercato un nuovo prodotto, e che questo stia letteralmente spopolando. Tutte le ditte faranno a gara per avere un modello simile, magari cambiando qualche dettaglio minore per evitare di copiare al 100%.

Questa situazione, nel libro, è chiamata oceano rosso, in cui tutti sgomitano per restare a galla e non essere tagliati fuori dal mercato.

Quello che deve saper fare un buon marketer invece è creare il proprio oceano blu, una nicchia di mercato poco conosciuta ma fiorente, su cui poter contare in tranquillità e continuare a lavorarci per migliorarla, senza timore di essere distrutti dai big del mercato. Le armi della persuasione – Robert Cialdini Ovvero “Come e perché si finisce col dire di sì”. Come spiega il sottotitolo, questo libro può essere complementare del precedente, in particolare e letti in sequenza.

Dopo aver creato la nostra nicchia di mercato con prodotti esclusivi ed innovativi, è importante trovare delle persone interessate a questi prodotti. Sembra un concetto scontato e lineare, invece è sbagliato.

Il marketing non deve attrarre solo chi è già potenzialmente interessato al prodotto. In questo caso infatti, non verrebbe valutata la reale bontà del prodotto in questione, ma sarebbe semplicemente una risposta alla domanda di mercato.

Il bravo marketer è colui che riesce ad attirare verso il suo punto vendita (reale o virtuale che sia), anche clienti che non avrebbero mai pensato di comprare il tale oggetto.

Un esempio? Alzi la mano chi non ha mai comprato qualcosa su Amazon non per necessità ma per semplice sfizio. Magari perché aveva un prezzo molto basso, o lo abbiamo trovato per caso sfogliando le varie pagine online.

Poco importa, l’abbiamo comprato, e abbiamo riempito il portafoglio del signor Bezos. Nel suo libro Cialdini parte facendo una panoramica delle armi di persuasione, alleate di ogni marketer che si rispetti. Insegna anche come non forzare troppo la mano, altrimenti si otterrebbe l’effetto opposto. Un libro interessante per capire i meccanismi nascosti dietro i grandi marchi famosi.