Le più belle spiagge della Sicilia

La Sicilia è capace di incantare i sensi con le sue acque cristalline e le lunghissime spiagge dalla sabbia finissima, che lambiscono costoni di roccia modellati dal tempo da cui ammirare meravigliosi tramonti e assaporare l’estate sotto ogni aspetto. Ogni turista che arriva in questi luoghi magici e incantevoli, non potrà più dimenticare le bellezze dell’antica Trinacria, i suoi profumi, l’accoglienza, l’ospitalità delle sue genti e la ricchezza misteriosa dei fondali marini. Ecco le cinque spiagge più incantevoli che rapiranno il cuore di ogni visitatore.

1. L’isola dei conigli
Situata nell’arcipelago delle Pelagie, quest’isolotto grande poco più di 4 ettari è una delle riserve naturali più belle d’Italia e decretata la spiaggia più bella del mondo nel 2013. Costeggiata dalle acque limpide di color smeraldo, attira la curiosità di molti, soprattutto per il fenomeno di nidificazione della tartaruga marina Caretta Caretta.
Questo magnifico luogo è un vero e proprio paradiso, accessibile solo su prenotazione e partenza dall’isola di Lampedusa. Poco distante dall’isolotto si trova la Spiaggia dei Conigli, connessa all’omonima isola da un istmo sabbioso estemporaneo che si rivela solo raramente con la bassa marea.
Circumnavigando questo magnifico luogo è possibile ammirare spettacolari scorci naturali introvabili altrove, decisamente un luogo da visitare almeno una volta nella vita.
Deve il nome ad un’interpretazione errata di Rabbit Island, l’appellativo che appare sulle mappe di navigazioni inglesi dell’800: “rabbit” infatti, deriva dall’arabo, e significa “collegamento”, in riferimento alla posizione strategica.

2. Mondello
A Palermo è impossibile perdersi questo gioiello incorniciato dal Monte Gallo e dal Monte Pellegrino. L’acqua cristallina e la sabbia sottile dalle sfumature rosate la fanno da padrone. D’estate inoltrata Mondello è anche il fulcro della movida palermitana, essendo a soli 12 chilometri dal centro città ed essendo sede del World Festival on the Beach, l’evento che unisce gare sportive (kitesurf, beach volley, windsurf ecc.) e intrattenimento musicale.
Qui natura e storia si fondono, grazie ai numerosi siti archeologici che custodiscono una tradizione millenaria (come Grotta d’Addaura, che conserva le testimonianze di insediamenti umani risalenti al paleolitico e al mesolitico), e le tante villette a picco sul mare in stile Liberty, testimonianza più vivida dell’Art Nouveau in Europa.
La peculiarità del luogo sono sicuramente i due promontori rivestiti di macchia mediterranea, ospiti di riserve naturali protette, che offrono una diversificazione paesaggistica incantevole.

3. Isola Bella
Gli amanti dello snorkeling non potranno fare a meno di visitare Isula Bedda, come viene chiamata in siculo. Considerata la perla del Mediterraneo, si affaccia sulle coste di Taormina, e talvolta, durante la bassa marea, un cunicolo roccioso collega l’isola alla città.
Le preziosissime testimonianze archeologiche hanno reso questa piccola isola una riserva naturale a partire dal 1998 e i vari siti possono essere visitati pagando un biglietto d’ingresso.
Isola Bella presenta alcune spiagge rocciose libere, che si immergono in acque cristalline ricchissime di flora e fauna marina, un’ambientazione perfetta per godersi delle immersioni mozzafiato.

4. Cala Rossa
Situata nell’isola di Favignana, Cala Rossa è sicuramente una delle più belle spiagge del Mediterraneo. Favignana fa parte delle Isole Egadi, meta turistica ambita e caratterizzata da profumi tradizionali, acque trasparenti ed un entroterra incantevole. Cala Rossa si trova fra le splendide cave di tufo bianchissimo e le scogliere che cingono l’orizzonte, regalando agli occhi una piccola baia dove il tempo sembra fermarsi.
Secondo la leggenda il nome della spiaggia deriva da una battaglia sanguinolenta fra Cartaginesi e Romani, avvenuta nel lontano 241 a.C. proprio sulla spiaggia, che tinta di rosso, acquisì questo appellativo.
Cala Rossa può essere raggiunta sia via mare che via terra: nel primo caso è possibile prendere un traghetto dai porti più vicini, mentre per raggiungere la spiaggia dall’Isola di Favignana, basta seguire il sentiero verso nord e dopo aver raggiunto un punto panoramico, una strada sterrata porterà alla cala in meno di 10 minuti.

5. Spiaggia di Sampieri in Scopello
Questa incantevole spiaggia si stende dinnanzi alla Tonnara di Scopello costruita nel XIII secolo, la più antica di tutta la Sicilia. I faraglioni della tonnara e le numerose cale a picco sul mare regalano un panorama mozzafiato, impossibile non tuffarsi nella splendida acqua cristallina e fare lunghe passeggiate sulla sabbia e ghiaia sottile che compongono la battigia.
Anche questa spiaggia è una meta ambita dagli amanti dello snorkeling: 7 km di costa che si immergono in fondali rocciosi ricoperti di coralli, grotte segrete e coloratissime specie marine. In primavera e in autunno non di rado è possibile anche avvistare i maestosi capodogli.
Per allietare una giornata nella splendida cornice della tonnara più antica di Sicilia non si può non assaporare il pane cunzato, una vera specialità di Scopello: una focaccia ripiena di pomodoro, origano, formaggio e acciughe, il sapore di Sicilia in un solo morso!