Hai mai sentito parlare di microblading?

I trend che riguardano le sopracciglia vanno e vengono come qualsiasi altra moda.

Si è passati dalle sopracciglia sottilissime dei primi anni 2000 a quelle folte alla Cara Delevigne.

Al momento, il microblading sta prendendo sempre più piede in tutto il mondo.

Scopriamo di cosa si tratta e se vale la pena farlo.

Che cos’è il microblading?

È una tecnica di tatuaggio che riempie le sopracciglia oppure ne ridefinisce la forma disegnando lineette che sembrano veri peletti.

Di primo acchito, l’idea potrebbe non farvi impazzire, dato che fino al decennio scorso ci si faceva tatuare interamente le sopracciglia, con risultati discubitili ma soprattutto definitivi.

La differenza è che l’esito sarà molto più naturale.

Come si fa il microblading?

Il tatuaggio viene realizzato con un utensile manuale che assomiglia ad un bisturi, ma con dei microaghi che rilasceranno i pigmenti sulla pelle, ma solo sulla parte superficiale e non in profondità come nei normali tatuaggi. Per questo, si può considerare il risultato del microblading come semipermanente.

Infatti, le sopracciglia durano tra uno e i tre anni, anche se la media si aggira attorno ai 18 mesi.

Non tutti i saloni di bellezza offrono la stessa procedura.

Ad ogni modo, sarebbe bene prenotare uno o due appuntamenti per discutere cosa si ha in mente e qual’è la tecnica migliore per realizzarla. Inoltre, una volta passato il rossore iniziale, vi sarà chiesto di tornare per fare qualche ritocco.

Infatti, la parte vera e propria del microblading è probabilmente quella più breve dell’appuntamento.

È importante che l’operatore vi conosca e riesca a capire i vostri desideri, ma soprattutto che cosa è realistico per il vostro viso per disegnarlo direttamente sulla faccia per essere sicuri che siate soddisfatte.

A chi rivolgersi?

Come già detto, ci sono vari saloni che offrono varie tecniche, come ad esempio www.jurgitajasiunaite.com.

Per capire se vi state dirigendo ad un’estetista valida, bisogna ricordarsi che nel momento della discussione e del disegno delle sopracciglia, è necessario tenere conto dell’arcata sopraccigliare, della forma del viso e del movimento delle sopracciglia.

Infatti, devono potersi muovere in maniera naturale seguendo le vostre espressioni facciali, ma soprattutto trovarsi nella parte giusta del vostro viso.

È vero che non è un tatuaggio permanente, ma bisogna comunque fare attenzione dato che il risultato resterà su di voi per un bel po’ di mesi.

Quanto costa? È doloroso?

Come per ogni trattamento estetico, il prezzo varia da centro a centro.

Ad ogni modo, dovete tenere conto che costa di più del disegnarsi ogni mattina le sopracciglia con i prodotti di make up attualmente in commercio.

Il prezzo parte dai 200/300€ in su.

Trattandosi di pigmenti che vengono fissati sulla pelle, c’è da tener conto che è leggermente doloroso, ma niente di insopportabile nè di spaventoso.

La sensazione è paragonabile alla depilazione delle sopracciglia.

Ad ogni modo, si può chiedere di passare del ghiaccio per desensibilizzare la zona in questione.

D’altronde, il detto dice che “per belle apparire bisogna soffrire”.

Vale la pena farlo?

Quando si tratta di spendere un bel gruzzoletto per qualcosa anche solo di semipermanente ci si chiede se ne valga la pena.

Il fatto che questa moda stia prendendo piede è indice che si tratta di una tecnica valida, anche per il rapporto qualità prezzo.

Infatti, la maggior parte delle donne che hanno deciso di farlo sono soddisfatte proprio perchè non devono più pensare alle sopracciglia.

Molte non escono nemmeno di casa senza averle prima disegnate, oppure evitano alcune attività poichè il trucco potrebbe colare.

Dopo il microblading, invece, si sono lanciate in ogni tipo di attività. Insomma, può veramente cambiare la vita di una persona, anche se può sembrare esagerato.

In particolare, è gratificante perchè cambia il modo in cui le persone si vedono.

Che tipi di pelle possono sottoporsi al microblading?

È preferibile non avere già un tatuaggio alle sopracciglia ed avere dei pori ridotti.

Secondo alcuni studi, la pelle migliore è quella chiara tipica dei popoli nordici, mentre è meglio evitare se avete la pelle grassa con pori dilatati. Infatti, alcuni operatori passano ad altre tecniche se notano che la vostra pelle potrebbe non essere adatta.

Come si proteggono le sopracciglia con microblading?

Tutti i tipi di trucco permanente svaniscono se non si utilizza la protezione solare.

Non c’è niente di più potente del sole per danneggiare la pelle e i tatuaggi, anche quelli classici.

Perciò si raccomanda di applicare la protezione 50 ogni due ore se si prende il sole, oppure la mattina se siete in città.

Attenzione: va applicata sempre. Inoltre, bisogna ricordare che i sali minerali presenti nel sudore fanno uscire il colore dalla pelle, perciò è meglio evitare il microblading se prendete parte a molte attività sportive o se vivete in un luogo molto caldo.

Allo stesso modo, non bisogna lavare le sopracciglia nè grattarle o depilarle, ma nemmeno utilizzare creme con acido glicolico o retinolo.